Spending review al Qurinale: ridotti gli alloggi di servizio

letto 486 voltepubblicato il 17/08/2015 - 12:54, in Osservatorio Spending Review

Il Presidente della Repubblica ha deciso di tagliare gli alloggi di servizio e a settembre sarà rivisto l'elenco dei dipendenti che attualmente occupano i 58 appartamenti che la Presidenza della Repubblica possiede nella zona adiacente al palazzo del Quirinale. La nuova linea imposta da Mattarella prevede che l'appartamento di servizio sia riservato esclusivamente a quei dipendenti (funzionari o tecnici) che per la natura del loro servizio devono essere sempre sempre reperibili. Tutti gli altri dovranno traslocare entro due anni. Gli appartamenti liberati saranno riutilizzati come uffici o comunque per usi di interesse pubblico. La materia è disciplinata all'interno di un decreto presidenziale varato dal segretariato del Quirinale lo scorso sei agosto.

E' previsto anche un aumento del 20 per cento del canone rispetto a quanto versato finora. Un aumento maggiore è previsto per gli inquilini che dovranno lasciare l'appartamento. Il Quirinale si è rivolto all'Agenzia del Demanio per stabilire, per ogni appartamento, quale debba essere essere il canone di affitto da applicare ai dipendenti.

Inoltre, profondi cambiamenti in arrivo anche per i posti auto: finora dipendenti e consiglieri assegnatari di un appartamento del Quirinale avevano a disposizione diversi posti per parcheggiare; d'ora in poi solo il primo sarà gratuito, gli altri costeranno 150 euro al mese.