LA FALSA DICHIARAZIONE DEI PRECEDENTI PENALI NON È SANABILE NEANCHE CON IL SOCCORSO ISTRUTTORIO

letto 443 voltepubblicato il 03/01/2016 - 20:45, in FORUM APPALTI, Integrità

Il giudizio sulla gravità delle condanne penali riportate dai partecipanti alla gara spetta esclusivamente alla stazione appaltante e ciascun concorrente ha pertanto l’obbligo di dichiarare tutti i precedenti penali annotati all’interno del Casellario giudiziale. È questo il principio affermato dal Consiglio di Stato con una recente sentenza del 2 dicembre 2015.