Riordino della società partecipate: entro il 31 marzo la presentazione dei rendiconti

letto 641 voltepubblicato il 23/03/2016 - 13:10, in Osservatorio Spending Review

Il 31 marzo p.v. scade il termine ordinatorio per la trasmissione alla Corte dei Conti della relazione sui risultati conseguiti rispetto a quanto riportato nel piano presentato lo scorso anno. Si conclude così il processo di razionalizzazione degli organismi partecipati previsto dal comma 612 della legge 190/2014.

La prassi da seguire per tale adempimento è la medesima procedura adottata per l'approvazione del piano dello scorso anno, inoltre il rendiconto sui risultati conseguiti entro il 31 dicembre 2015 è propedeutico ai nuovi interventi previsti dal nuovo Testo Unico sulle partecipate pubbliche attuativo della legge Madia, che prevede - agli articoli 20 e 25 - la redazione di nuovi piani di riassetto per la razionalizzazione delle partecipate pubbliche, l'uno annuale e l'altro straordinario entro sei mesi dall'entrata in vigore.

La rendicontazione dei risultati conseguiti dalle amministrazioni rappresenta sicuramente un elemento utile alla Corte dei Conti nell'esercizio delle sue funzioni di osservazione e valutazione delle azioni intraprese.