Acquisizione di beni demaniali per i comuni: la scadenza è al 31 dicembre 2016

letto 821 voltepubblicato il 23/03/2016 - 13:14, in Osservatorio Spending Review

Il Milleproroghe ha riaperto fino al 31 dicembre 2016, i termini per i Comuni, le Province e le Città Metropolitane per la richiesta all'Agenzia del Demanio, di acquisizione a titolo gratuito di beni statali inutilizzati su tutto il territorio nazionale da restituire ai territori attraverso progetti di rigenerazione urbana.  L'Agenzia ha chiarito la procedura di richiesta e gli strumenti da utilizzare all'interno di un comunicato del 15 marzo u.s.. Gli enti possono  individuare gli immobili da richiedere o in modo autonomo indicando quelli inutilizzati presenti sul proprio territorio, oppure attraverso la piattaforma Opendemanio, che contiene le informazioni sugli immobili presenti nel Conto Patrimoniale dello Stato e la mappatura geolocalizzata dei fabbricati.

Possono partecipare nuovamente a questa fase di rassegnazione anche gli Enti territoriali che hanno già richiesto e/o acquisito altri immobili dello Stato con il federalismo demaniale entro il 30 novembre 2013. Dai dati messi a disposizione dall' Agenzia, emerge che al 31 dicembre 2015 sono stati  già devoluti agli enti territoriali 3.496 immobili, per un valore complessivo di 886,6 milioni di euro, che saranno così recuperati e inseriti in iniziative di sviluppo locale, generando valore economico, sociale e occupazionale, l'Agenzia, con questi numeri  ha completato il 60% dei passaggi in proprietà.