sicurezza - funzioni di RSPP - qualcuno può aiutarmi?

letto 9440 voltepubblicato il 28/04/2011 - 10:11 nel blog di Emanuela Collareda

sono ASPP da tempo in Comune di medie dimensioni, con RSPP esterno.
La mia Amministrazione ha pensato di nominarmi RSPP, cioè responsabile del servizio di prevenzione e protezione (nel frattempo ho fatto i corsi necessari e sono qualificata per ricoprire le funzioni), mantenendo una consulenza tecnica in appoggio.

dato che le spese per il personale nel nostro comune sono assolutamente bloccate, chiedo - se qualcuno lo sa - se il compenso per le mansioni aggiuntive affidatemi (come RSPP) possono essere imputate attingendo al capitolo delle consulenze, utilizzando cioè parte del risparmio di spesa rispetto alla consulenza prima affidata all'esterno.
mi rendo conto che è un quesito piuttosto specifico, spero che qualcuno sia in grado di aiutarmi, e ringrazio molto chi vorrà contribuire...
buona giornata,
emanuela

4 commenti

Stefano Fiaschi

Stefano Fiaschi26/05/2011 - 21:11
Sono completamente d'accordo con Emanuela. Il RSPP svolge una funzione di garanzia, risultando responsabile anche penalmente (ormai la Cassazione ha un orientamento preciso in merito) di eventuali incidenti che possano occorrere. Quindi il tema 'corresponsione', a fronte di ulteriori responsabilità, si pone assolutamente. Purtroppo non so dare una risposta concreta, ma due ipotesi le avanzo comunque: 1) nessuna retribuzione extra, ma le attività lavorative "normali" (quelle precedenti l'incarico) devono essere ridimensionate, al ribasso, per garantire la disponibilità di mezzi e tempo adeguati per lo svolgimento del nuovo incarico (art 31, c2) . E per 'mezzi', si intende anche il potere decisionale e di spesa in merito a questioni legate alla SicLav. 2) le attività proposte consistono in "puro" (mai semplice) controllo, restando sempre in piedi la possibilità (da parte del datore di lavoro, ma anche del RSPP previa intesa con questi) di delegare ulteriormente specifiche funzioni tecniche - fermo restando l'obbligo di sorveglianza per entrambi. (art 16)
Emanuela Collareda

Emanuela Collareda27/05/2011 - 08:36
grazie per la attenzione, tengo conto.
Laura Strano

Laura Strano28/04/2011 - 23:11
ciao Emanuela scusa ma a che tipo di compenso pensavi? A mio avviso è una funzione aggiuntiva che rientra tra i doveri d'ufficio, peraltro svolta durante l'orario di lavoro ordinario. Al limite un'indennità aggiuntiva da prelevare dal fondo del salario accessorio come un'indennità di specifica responsabilità. Non mi sembra appropriato attingere al capitolo delle consulenze, perchè non si tratta di una consulenza.
Emanuela Collareda

Emanuela Collareda29/04/2011 - 08:40
be', non proprio un dovere d'ufficio... non si può rifiutare di essere un preposto, ma la funzione di RSPP comporta ben altri doveri e responsabilità. Con l'incarico da RSPP la cosa cambia, si diventa responsabili del servizio prevenzione e protezione, che è in staff al datore di lavoro, dove comuque puoi subire rivalsa da parte del DDL o del lavoratore nel caso in cui accada qualcosa... o rispondere davanti ai giudici in tribunale.