Proroga Bolkestein Aree Pubbliche al 2020! Aggiornamenti e Novità

letto 4082 voltepubblicato il 27/12/2017 - 10:58 nel blog di Simone Chiarelli, in Disciplina delle attività produttive (SUAP e non solo), Sviluppo Locale

Proroga Bolkestein Aree Pubbliche al 2020! Aggiornamenti e Novità

Riporto il testo definitivo della manovra 2018 che contiene la proroga al 2020 delle concessioni in essere ma anche un nuovo compito per gli Enti Locali di "tutela" degli operatori che nell'ultimo biennio hanno occupato posteggi .... da leggere attentamente!!

*******************
1180. Al fine di garantire che le procedure
per l’assegnazione delle concessioni
di commercio su aree pubbliche siano realizzate
in un contesto temporale e regolatorio
omogeneo, il termine delle concessioni
in essere alla data di entrata in vigore
della presente disposizione e con scadenza
anteriore al 31 dicembre 2020 è
prorogato fino a tale data.

1181.In relazione a quanto disposto dal
comma 1180 e nel quadro della promozione
e garanzia degli obiettivi di politica
sociale connessi alla tutela dell’occupa
zione, le amministrazioni interessate prevedono,
anche in deroga a quanto disposto
dall’articolo 16 del decreto legislativo
26 marzo 2010, n. 59, specifiche modalità
di assegnazione per coloro che, nell’ultimo
biennio, hanno direttamente utilizzato le
concessioni quale unica o prevalente fonte
di reddito per sé e per il proprio nucleo
familiare.
Con intesa sancita in sede di
Conferenza unificata ai sensi dell’articolo
8, comma 6, della legge 5 giugno 2003,
n. 131, si provvede conseguentemente all’integrazione
dei criteri previsti dall’intesa
5 luglio 2012, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale n. 79 del 4 aprile 2013, sancita
in attuazione dell’articolo 70, comma
5, del citato decreto legislativo n. 59 del
2010, stabilendo altresì, ai fini della garanzia
della concorrenza nel settore, il numero
massimo di posteggi complessivamente
assegnabili ad un medesimo soggetto
giuridico, sia nella medesima area
sia in diverse aree, mercatali e non mercatali.

Il primo comma proroga al 31 dicembre 2020 il termine delle concessioni per commercio su aree pubbliche con scadenza anteriore alla predetta data e in essere alla data di entrata in vigore della disposizione in commento, al fine di garantire che le procedure per l’assegnazione delle medesime concessioni siano realizzate in un contesto temporale omogeneo.

Il secondo comma dispone che le PP.AA. interessate prevedono specifiche modalità di assegnazione per coloro che, nel biennio precedente l’entrata in vigore della norma, abbiano direttamente utilizzato le concessioni quale unica o prevalente fonte di reddito per sé e per il proprio nucleo familiare, anche in deroga a quanto previsto dalla disciplina delle autorizzazioni al commercio su aree pubbliche e delle connesse concessioni di posteggio di cui all’articolo 16 del decreto legislativo n. 59 del 2010. È poi demandato alla Conferenza Unificata di provvedere all’integrazione dei criteri previsti dall’Intesa di cui all’articolo 70 del decreto legislativo n. 59 del 2010, stabilendo il numero massimo di posteggi complessivamente assegnabili ad un medesimo soggetto, tanto nella medesima area quanto in diverse aree, mercatali e non.

TESTO

1 commento

Johnny  Iorio

Johnny Iorio27/12/2017 - 16:03

Ma come ora sono i Comuni che vanno in DE-RO-GA? Se prima il legislatore mi ha permesso di andare in DE-RO-GA al dettato dell'articolo 16 del Dlgs 59/2010 e la Conferenza Unificata ha stabilito i criteri, ora con quale autorità e con che competenze (commercio è competenza residuale delle Regioni?) Esiste ancora il Titolo V della Costituzione? Diamo da lavorare alla Corte Costituzionale per conflitto di competenze? La Conferenza Unificata non si è già espressa al punto 7 dell'intesa, per le posizioni dominanti?